X

Menu

BAUSTELLE
Venerdì 20 gennaio 2006 – h 21:30
ingresso 10 €

baustelle

Alla ricerca della qualità e di progetti su cui scommettere, la Suoneria apre di quando in quando il barattolo del rock nazionale d’autore. Se lo scorso inverno la scommessa fu vinta con eleganza da Manuel Agnelli e Cesare Basile con la loro carovana di colleghi internazionali, oggi vale la pena di puntare sui Baustelle. Dopo le stagioni dell’underground, per il gruppo di Montepulciano è arrivato il momento della consacrazione, e i quattro non si sono fatti trovare impreparati: La Malavita è un disco importante per il panorama del pop italiano, cui regala un alto profilo poetico e un senso della malinconica melodia con pochi eguali nel millennio in corso. Nato a Torino sotto le cure di un ostetrico del suono di lungo corso come Carlo Rossi, l’album ha mantenuto tutte le ingombranti promesse lanciate dai suoi predecessori, Sussidiario illustrato della Giovinezza e La moda del lento. Attesi dal pubblico di MTV come dai più attenti ambienti letterari, i toscani hanno conquistato nuovi e ampi consensi con il singolo e il video La guerra è finita. Un prodigio di equilibrio tra testo, melodia, arrangiamento e immagini che all’improvviso fa succedere qualcosa di speciale sul piccolo schermo, come se Wenders irrompesse in un film dei Vanzina o se il disc jockey della festa si mettesse a suonare i Velvet Underground in pieno set house. Un tema delicato come quello del suicidio, di solito rimosso per eccesso di delicatezza dell’argomento, è affrontato con l’autorità del gruppo maturo, eppure ancora capace di stupore e meraviglia. Ma Baustelle non è solo una canzone, e neppure un album, due o tre; è lo stato d’animo dei nostri tempi.
Location: Auditorium

« Previous Post
Next Post »

INFO: 011 8028705