X

Menu

“LA SCOPERTA DELLA NOTTE AMICA” – NICORA, MACCHI E SARTORIO PER MUSICA CHE PASSIONE
Domenica 4 marzo 2012 – h 17:00
ingresso gratuito

4_marzo

La Notte: argomento misterioso e affascinante; il Romanticismo: periodo in cui essa è così profondamente vissuta, analizzata, amata, odiata. Questo il punto di partenza per una ricerca di brani musicali e di testi letterari che, arricchiti dalla danza, esprimessero la varietà e l’intensità del percorso dell’animo umano attraverso l’oscurità. Il suono, la voce e il movimento in un “viaggio” alla scoperta dei momenti che al calar della sera si susseguono nella mente e nel cuore dell’uomo. Chopin e Novalis, insieme nella prima parte dello spettacolo con la loro forza espressiva ci conducono al primo incontro con la Notte che si mostra non più come oscurità maligna, ma come potenza rivelatrice che, attraverso il “sacro sonno” e l’estasi, ci può innalzare al contatto con la divinità, alla sensazione del superamento tra mondo visibile e mondo invisibile.

Condotte dalle parole di De Maupassant, emergono le presenze notturne misteriose che si divertono a giocare con la fantasia …sulle note di Field e Schumann. “Se i sogni fossero in vendita, quali vorresti comprare?” Chiede un venditore con la sua bambolina meccanica.

La notte si incupisce e il sogno si trasforma in incubo, nell’angoscia visionaria delle Tenebre di Byron, che evoca con la sua disperazione sonorità apocalittiche e maestose. Nel Silenzio l’uomo si risveglia e nel cuore della notte avverte la sua solitudine di fronte all’Universo e si interroga… “un pastore errante dell’Asia” e il suo “Warum”. Ma torna il Sogno e con esso il calore di un abbraccio a lungo desiderato; la notte sta per finire, una “fantasia notturna” fa salire l’anima a vagare tra le stelle, testimone dell’infinito ed esprime un ultimo desiderio: “Fa che la terra sia cielo per me.”

Chiara Nicora: Dopo aver studiato con la prof. G. Li Bassi, si diploma in pianoforte presso il Conservatorio di Firenze conseguendo il massimo dei voti. In seguito studia con S. Perticaroli, A. Lonquich, L. Romanini e M. Mika. Nel 1993 si diploma in clavicembalo sotto la guida di Laura Alvini presso il Conservatorio “G.Verdi” di Torino e frequenta corsi e seminari di fortepiano, cembalo e musica da camera tenuti da C. Banchini, R. Gini, M. Henry, C. Chiarappa ed E. Fadini. Svolge attività concertistica sia come pianista che come cembalista collaborando con vari gruppi e orchestre da camera con cui ha suonato in varie città italiane ed estere anche in qualità di solista. Ha collaborato con E. Dindo, P. Borgonovo, F. De Angelis, F. Biondi, O. Dantone, C. Chiarappa, M. Fornaciari, M. Mecelli, B. Cavallo e ha suonato in duo con L. Alvini. Ha inciso per le case discografiche Bongiovanni, Map e Frame suonando su strumenti originali. Si è laureata in discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo (DAMS) presso l’Università di Bologna conseguendo il massimo dei voti e la lode. Si è diplomata in Musicoterapia presso “la Cittadella” di Assisi e svolge un’intensa attività didattica e come collaboratrice pianistica. Ha conseguito il diploma accademico di II livello presso il Conservatorio di Milano.

Daniela Macchi: Coreografa e insegnante di danza classica e contemporanea. Diplomata presso la London Contemporary Dance School di Londra. Ha seguito corsi con Carolyn Carlson, Michele Abbondanza, Antonella Bertoni, Susanna Egri, Andy Papas, Gabriella Cohen, Patricia Ruanne, e altri. Ha curato la coreografia di “Jenin”, “L’opera da tre soldi” di Weill, “Antologia di Spoon river” di De André, “Orfeo ed Euridice” di Gluck, “Didone ed Enea” di Purcell e altro. Da sei anni collabora con la Federazione Italiana di Twirling in qualità di responsabile del settore Danza. Tiene regolarmente conferenze di analisi coreografica e corsi di aggiornamento sulla didattica classica e contemporanea nelle scuole ad insegnanti e allievi.

Silvia Sartorio: Consegue il diploma di attrice presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano nel 1990. Nel 1990 debutta con il Teatro dell’Elfo e lavora in seguito al Piccolo Teatro di Milano con G. Streheler, al Franco Parenti, al Teatro Filodrammatici, al Teatro Scientifico di Verona, al Teatro Stabile di Bolzano, con diverse compagnie in spettacoli e tournée in Italia e all’estero. È diretta da registi quali E. De Capitani, M. Castri, A. R. Shammah, K. Ida, A. Dalla Zanna, E. M. Caserta, D. Braiucca, P. Pivetti, A. Romeo, S. Priori, C. Accordino, C. D’Elia, G. De Monticelli. Collabora stabilmente con il Teatro Blu di Cadegliano come attrice in spettacoli tra cui“Amazzoni”, di cui è coautrice e coprotagonista. Affianca al lavoro di attrice in teatro la collaborazione con musicisti e gruppi musicali come voce recitante, tra i quali “Art Nouveau”, “En dos”, l’associazione artistica “Il setticlavio”. Con la pianista C. Nicora crea “Notturno – viaggio nella notte romantica” spettacolo di musica poesia e danza e cura la regia di alcuni spettacoli. Lavora come speaker e per la Radio Svizzera Italiana in sceneggiati radiofonici. Svolge dal 1994 un’intensa attività didattica, con corsi e seminari di recitazione nelle scuole elementari, medie e superiori, per i ragazzi disabili dell’ A.I.A.S. di Legnano, per il C.R.A di Luino, presso alcune scuole di teatro e associazioni culturali. È laureata in Lettere Moderne all’Università degli Studi di Milano, con tesi in storia contemporanea.

PROGRAMMA:

F. Chopin Notturno do diesis minore

F. Novalis Inno alla notte 1

F. Chopin op.27 n°1

F. Novalis Inno alla notte 2

F. Chopin Notturno 15 n° 2

F. Novalis Inno alla notte 3

F. Chopin op.48 n°1

F. Chopin Notturno in do minore opera postuma

« Previous Post
Next Post »

INFO: 011 8028705