X

Menu

MANOMANOUCHE
Sabato 29 aprile 2006 – h 21:30
ingresso gratuito

manomanouche

“Forse non tutti sanno che…”, recita il titolo di una rubrica della sempiterna “Settimana Enigmistica”. Ebbene, forse non tutti sanno che a Torino ha sede uno dei gruppi più seri, rispettati e divertenti d’Europa nell’ambito del jazz “manouche”, ovvero della scuola musicale nata all’incrocio tra jazz americano, bal musette francese e contaminazione gitane e resa famosa nel mondo dal genio ribelle di Django Reinhardt. Sono i Manomanouche, ospiti della Suoneria in questo aprile che vede la terra d’origine di quel sound riempirsi dei colori, degli odori e della “fiesta” meticcia di cui solo il Sud della Francia è capace, tra l’arena di Arles e i primi contrafforti dei Pirenei. Non slegheremo tori nel nostro auditorium, ci mancherebbe altro; daremo piuttosto via libera alla fantasia e al tocco swing di questo formidabile quartetto acustico, che dal 2001 lavora con passione e pervicacia e rappresenta oggi un punto di riferimento internazionale per la scena “gypsy – jazz”. Un panorama cui i Manomanouche apportano il significativo valore aggiunto della melodia italiana, che si insinua tra i fraseggi delle loro favolose chitarre, costeggia il viaggio della migrazione zingara, dialoga con il repertorio di Reinhardt e rende il loro spettacolo ancor più sensuale e familiare all’ascolto. Un’attualità impressionante se si considera che il nume tutelare Django è scomparso da oltre cinquant’anni.
Location: Auditorium

« Previous Post
Next Post »

INFO: 011 8028705